Visto per “studio” tipo formazione professionale, Corsi

 
1. MODULO DI RICHIESTA (ANKETA)
 con 2 fotografie

(a colori su sfondo bianco, 3,5×4,5cm), compilato in stampatello in ogni sua parte, preferibilmente in lingua italiana o inglese. Il richiedente deve indicare l’indirizzo del suo domicilio, un numero di telefono di contatto completo di prefisso, e firmare il modulo a pagina 3 e 4.
Il modulo è disponibile gratuitamente presso l’Ambasciata, presso il Centro Visti per l’Italia oppure è scaricabile dal sito dell’Ambasciata e del nostro sito   (Formulario richiesta visti Schengen tipo C, Formulario richiesta visti tipo D).

2. Idonea CERTIFICAZIONE RIGUARDANTE LA PARTECIPAZIONE al corso di formazione professionale
di durata non superiore ai 24 mesi, organizzato esclusivamente da Enti di formazione italiani accreditati secondo le norme regionali. Spetta all’Ente interessato dichiarare la propria legittimazione all’organizzazione del corso. L’accreditamento è l’atto con il quale le Regioni – sulla base delle loro norme regionali e delle linee di indirizzo fissate nell’Intesa Stato-Regioni del 20.03.2008 – riconoscono alle sedi operative di organismi pubblici o privati la possibilità di proporre e realizzare interventi di formazione finanziati con fondi pubblici o di corsi di cui viene richiesto il riconoscimento.

3. Idonea CERTIFICAZIONE che il corso di formazione professionale risulti coerente con la precedente formazione
acquisita dallo studente straniero nel Paese di provenienza.

4.GARANZIE FINANZIARIE PERSONALI a copertura di tutto il periodo di soggiorno in Italia (secondo la Direttiva del Ministero dell’Interno italiano del 1.03.2000):

CARTA DI CREDITO valida all’estero (originale e una copia), e l’originale della DICHIARAZIONE BANCARIA (valida per un mese) sullo stato del conto corrente (in qualsiasi valuta) del richiedente visto. La dichiarazione deve contenere i dati anagrafici del richiedente, il numero della carta di credito e saldo del conto.
Nel caso di presentazione di una carta di credito internazionale nominale è sufficiente l’estratto conto da un bancomat (valido per tre giorni) in sostituzione della dichiarazione della banca;

OPPURE
DICHIARAZIONE BANCARIA (valida per un mese) sul saldo del conto corrente (senza una carta di credito) attivo da almeno gli ultimi 3 mesi, e ESTRATTO CONTO degli ultimi 3 mesi;

OPPURE

TRAVELLER’S CHEQUE in originale, in copia.

5. POLIZZA ASSICURATIVA,

 

per cure mediche e ricoveri ospedalieri per il periodo di soggiorno in Italia (per motivi di studio) da sottoscrivere presso la compagnia INA-Assitalia per la durata di un anno  (salvo corsi più brevi).

OPPURE

In caso di impossibilità è possibile sottoscrivere in Ucraina una assicurazione sanitaria di otto giorni nel corridoio  90 giorni con riserva ed impegno di assicurarsi appena arrivati in Italia.

 

6. DISPONIBILITA’ DI UN ALLOGGIO:
LETTERA D’INVITO (NUOVO MODELLO) in originale o copia

(scaricabile dal seguente link):

  • https://italy-vms.com.ua/wp-content/uploads/2017/06/lettera_di_invito_-_dichiarazione_di_ospitalit_-_corretto_2016.doc

sottoscritta da un cittadino italiano o da uno straniero regolarmente residente in Italiaallegando COPIA DEL DOCUMENTO D’IDENTITA’ DELLA PERSONA INVITANTE dal quale siano chiaramente leggibili i dati personali e la firma del medesimo. Sono accettabili i seguenti documenti:

• passaporto o carta d’identità di un cittadino italiano (copia);

• permesso di soggiorno o carta di soggiorno in Italia di uno straniero regolarmente residente in Italia (copia).

OPPURE PRENOTAZIONE ALBERGHIERA in cui siano riportati l’indirizzo e il numero telefonico dell’albergo, la durata del soggiorno e i dati anagrafici (cognome e nome) di tutte le persone richiedenti il visto
OPPURE originale e una copia del CONTRATTO D’AFFITTO  con ricevuta di pagamento della pigione, con una copia del documento d’identità del locatore. Nel caso in cui il richiedente soggiorni anche in altri paesi dello Spazio Schengen è necessario presentare le relative prenotazioni alberghiere.

Nota bene.

Qualora si richieda un visto d’ingresso per la partecipazione a corsi di studio o di formazione professionale di argomento medico-sanitario che comportino l’esercizio di attività sanitaria, il rilascio del visto è subordinato, oltre al possesso di tutti i requisiti suindicati, anche al preventivo riconoscimento del titolo di studio da parte del Ministero della salute. Nei casi in cui non sia previsto lo svolgimento di attività di tipo sanitario, il responsabile legale della struttura sanitaria ove verrà svolta l’attività lavorativa dovrà rilasciare una specifica dichiarazione in tal senso ad uso delle Rappresentanze diplomatico-consolari.

7. PRENOTAZIONE DEI BIGLIETTI:

di andata e ritorno con le date fissate (nel caso di richiesta visto di lungo termine la prenotazione dei biglietti solo di andata e` ammissibile) nel caso di viaggio in aereo (o in treno, o in pullman).

OPPURE nel caso in cui il viaggio sia effettuato con un veicolo è necessario presentare i seguenti documenti:

• il libretto di circolazione del veicolo in originale e in copia,
• la carta verde in originale e in copia,
• la patente di guida del conducente in originale e in copia,
• il contratto di noleggio in originale e in copia, nel caso in cui il veicolo sia noleggiato.

8. PASSAPORTI:

• Passaporto valido per l’estero e copia di pagine utilizzate. La validità del passaporto deve essere superiore di almeno 3 mesi rispetto alla durata del visto. Il passaporto deve avere minimo due pagine libere (per il visto ed i timbri di frontiera) e deve essere stato rilasciato da non oltre 10 anni (Art. 12 Codice Visti). I passaporti con validita’ prolungata non saranno accettati.

• Tutti gli altri passaporti validi per l’estero (con copia di tutte le pagine), nonche’ i passaporti scaduti e annullati (con copia di tutte le pagine utilizzate)

• Carta d’Identità (Passaporto interno) ucraina e copia delle pagine utilizzate.

 

Avvertenza:

Tutta la documentazione in lingua ucraina o in altra lingua che non sia in italiano o in inglese, ad eccezione della carta d’identità (passaporto interno), potrà essere accompagnata da una traduzione libera in italiano o inglese o, per chi lo desideri, anche eseguita da interpreti presso agenzie di servizi specializzate.

La corretta presentazione di tutti i documenti indicati non garantisce in nessun modo una obbligatorieta’ o automatismo al rilascio del visto.
La rappresentanza Diplomatica o Consolare si riserva il diritto di richiedere ulteriore documentazione
.