MOTIVI FAMILIARI (ricongiungimento familiare) con cittadini UE

E’ stato abrogato l’obbligo del visto nazionale tipo D per motivi familiari di cittadini UE indicati nell’art.2 del DL 30/2007.

Pertanto le suddette categorie potranno richiedere il rilascio del visto di breve durata fino a 90 giorni tipo C Multiplo. Sarà cura del familiare del cittadino UE per i soggiorni superiori ai 3 mesi di fare richiesta alla Questura di competenza della carta di soggiorno, presentando la documentazione prevista dall’art.10 del DL 2007 ed adempiere le formalità amministrative d’iscrizione anagrafica presso il Comune.

Articolo 2

Definizioni

Ai fini del presente decreto legislativo, si intende per:

a) “cittadino dell’Unione“: qualsiasi persona avente la cittadinanza di uno Stato membro;

b) “familiare“:

1) il coniuge;

2) il partner che abbia contratto con il cittadino dell’Unione un’unione registrata sulla base della legislazione di uno Stato membro, qualora la legislazione dello Stato membro ospitante equipari l’unione registrata al matrimonio e nel rispetto delle condizioni previste dalla pertinente legislazione dello Stato membro ospitante;

3) i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni o a caricoe quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);

4) gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);

c) “Stato membro ospitante“: lo Stato membro nel quale il cittadino dell’Unione si reca al fine di esercitare il diritto di libera circolazione o di soggiorno.