Visto per Affari

I documenti necessari ai fini della presentazione della domanda di un visto per “affari”

1. MODULO DI RICHIESTA (ANKETA) con 2 fotografie

(a colori su sfondo bianco, 3,5×4,5cm), compilato in stampatello in ogni sua parte,  preferibilmente in lingua italiana o inglese. Il richiedente deve indicare l’indirizzo del suo domicilio, un numero di telefono di contatto completo di prefisso, e firmare il modulo a pagina 3 e 4.  Nel caso in cui il richiedente sia minorenne il questionario deve essere firmato da uno dei genitori oppure dal titolare della patria potestà.

 Il modulo è disponibile gratuitamente presso l’Ambasciata, presso il Centro Visti per l’Italia oppure è scaricabile dal sito dell’Ambasciata e del Centro visti.

2. CONFERMA DELLO SCOPO DEL VIAGGIO:

LETTERA D’INVITO in originale della società italiana o della rappresentanza estera italiana in Ucraina o della sede italiana di una società estera, 
COPIA DEL DOCUMENTO D’IDENTITA’ di un legale rappresentante della società (come da Visura Camerale) che ha firmato la lettera d’invito, con copia delle pagine del documento di identita’ evidenzianti la firma ed i dati personali del firmatario.
L’originale dalla lettera di invito deve essere inviato direttamente alla persona invitata oppure alla societa’ dove lavora l’invitato.

L’invito deve essere conforme al suindicato modello, ovvero contenere i seguenti dati:
1. nome e cognome degli invitati, loro qualifica e ditta ucraina di appartenenza;
2. data e durata del viaggio, periodo di validità dell’invito e data di ingresso;
3. attività che sarà svolta in Italia (ad es.: trattative di carattere tecnico- commerciale,  visita a fabbriche, stage aziendali non retribuiti ai fini dell’apprendimento dei macchinari acquistati dall’Azienda ucraina, ordinativi di materiali, ecc.) con l’indicazione della località che si intendono visitare;
4. il nome dell’Ente o della persona fisica italiana che si fanno eventualmente carico delle spese di soggiorno;
5. l’invito deve essere redatto su carta intestata dell’Azienda con firma ben leggibile e per esteso, da parte di un legale rappresentante dell’Azienda (il cui nominativo risulti dalla Visura Camerale);
6. l’invito deve includere la seguente dichiarazione: “siamo a conoscenza delle responsabilità di natura penale che la nostra Azienda si assume qualora l’invitato o gli invitanti violino la normativa sull’ immigrazione ( D. Lgs. 286 del 25.7.1998, art. 12)”;
7. per i familiari al seguito (marito, moglie e figli minorenni) deve essere specificato che si recano in Italia per motivi turistici.

In aggiunta, è consigliabile fornire copia della corrispondenza, copia dei contratti e copia delle fatture riferentesi alle ultime transazioni (qualora pre-esistano rapporti di lavoro).

 3. VISURA CAMERALE della società invitante (emessa da non più di sei mesi)

4. PRENOTAZIONE ALBERGHIERA per il primo viaggio oppure  dichiarazione dall’azienda invitante che garantisce la disponibilità dell’alloggio  presso una struttura alberghiera o foresteria con l’indicazione dell’indirizzo, del numero telefonico, la durata del soggiorno e i dati anagrafici (cognome e nome) di tutte le persone richiedenti il visto.

5. OCCUPAZIONE:

• DICHIARAZIONE DEL DATORE DI LAVORO, compilata su carta intestata e completa di indirizzo, del recapito telefonico, dei dati di registrazione dell’Azienda, contenente i dati anagrafici del lavoratore, la data di assunzione, la mansione svolta, lo stipendio percepito (specificante lo stipendio mensile degli ultimi 6 mesi) e la conferma che durante il periodo di soggiorno in Italia al richiedente verrà conservato il posto di lavoro nella suddetta azienda e che si reca in Italia per suo conto.

• CERTIFICATO DI REGISTRAZIONE DELL’AZIENDA in copia con il timbro dell’azienda.

Per imprenditori privati:
• originale e copia del Certificato di Registrazione,

OPPURE
• dichiarazione dei redditi emessa dall’Ufficio Tasse degli ultimi 6 mesi (valida per un mese)

OPPURE
• rendiconto dell’ultimo periodo contabile (in accordo alla tipologia dell’imposta unica dell’imprenditore privato) con il timbro oppure con la ricevuta dall’Ufficio Tasse.

Per dipendenti di imprenditore privato:
• dichiarazione del datore di lavoro specificante lo stipendio percepito negli ultimi 6 mesi,
• copia del Certificato di Registrazione dell’imprenditore privato con il timbro dell’imprenditore stesso.

Per i giornalisti, componenti troupe televisive, radiofoniche o cinematografiche:
• Dichiarazione o altra certificazione rilasciata dall’Organizzazione professionale dei giornalisti che confermi la sua qualifica di giornalista o Certificazione del datore di lavoro.

Entrambi i casi nelle dichiarazioni deve essere specificato che lo scopo del viaggio e’ legato allo svolgimento di attività giornalistica.

Per fotomodelli/e, indossatrici/ori:
• Lettera di invito dell’agenzia di moda aderente all’Associazione ASSEM o FSA – FASHION SERVICE ASSOCIATION nella quale sia esplicitamente dichiarato che la/il richiedente sia in possesso degli adeguati mezzi di sostentamento, in relazione al periodo di soggiorno richiesto, secondo la Direttiva del Mininterno 1.3.2000.
• Dichiarazione dell’agenzia di moda ucraina che attesti l’effettiva qualifica di fotomodella/o o indossatrice/ore del richiedente il visto.

6.GARANZIE FINANZIARIE PERSONALI  (eccetto per le fotomodelle/indossatrici) valide per tutto il periodo di soggiorno in Italia:

DICHIARAZIONE BANCARIA (valida per un mese) relativa al saldo del conto corrente (senza una carta) unitamente alle operazioni bancarie degli ultimi 3 mesi;

OPPURE
CARTA DI CREDITO valida all’estero (originale e copia) e originale della DICHIARAZIONE BANCARIA (valida per un mese) sullo stato del conto corrente (in qualsiasi valuta) del richiedente visto. La dichiarazione deve contenere i dati anagrafici del richiedente, il numero della carta di credito e saldo del conto.
In caso di presentazione di una carta di credito internazionale nominativa è sufficiente l’estratto conto da un bancomat (valido per tre giorni) in sostituzione della dichiarazione della banca.

OPPURE
TRAVELLER’S CHEQUE in originale, in copia.

7. ASSICURAZIONE MEDICA INTERNAZIONALE:

(in originale e copia) e valida per i paesi dello Spazio Schengen che copra il periodo del primo viaggio  e preveda un corridoio di 15 giorni dalla data del ritorno previsto. La somma minima della copertura assicurativa è di 30.000 euro.

8. PRENOTAZIONE DEI BIGLIETTI DI ANDATA E RITORNO:

con date fissate in caso di viaggio in aereo (o in treno, o in pullman).

OPPURE nel caso in cui il viaggio sia effettuato con un mezzo di trasporto proprio’  è necessario presentare i seguenti documenti:

• libretto di circolazione del mezzo di trasporto in originale e in copia,;
• carta verde in originale e in copia;
• patente di guida del conducente in originale e in copia;

9. PASSAPORTI:

 Passaporto valido per l’estero e copia delle pagine utilizzate. La validità del passaporto deve essere superiore di almeno 3 mesi rispetto alla durata del visto. Il passaporto deve avere minimo due pagine libere (per il visto ed i timbri di frontiera) e deve essere stato rilasciato da non oltre 10 anni (Art. 12 Codice Visti). I passaporti con validità prolungata non saranno accettati.
• Tutti gli altri passaporti validi per l’estero (con copia di tutte le pagine), nonché’ i passaporti scaduti e annullati (con copia di tutte le pagine utilizzate)
 Carta d’Identià (Passaporto interno) ucraina e copia delle pagine utilizzate.

Avvertenza:

Tutta la documentazione in lingua ucraina o in altra lingua che non sia l’italiano o l’inglese, ad eccezione della carta d’identità, dovrà essere tradotta in lingua italiana o inglese in formato semplice che non richiede ne l’autentica notarile ne l’utilizzo di agenzie specializzate.

La corretta presentazione di tutti i documenti indicati non garantisce in nessun modo una obbligatorietà o automatismo al rilascio del visto.
La rappresentanza Diplomatica o Consolare si riserva il diritto di richiedere ulteriore documentazione.